3 passi per gestire le emozioni

Emozioni1

3 passi per gestire le emozioni

C’è qualcosa di efficace per smettere di provare ansia, paura e rabbia? C’è qualcosa di pratico e di efficace per cambiare il tuo stato emotivo, o al meno, riportarlo ad un livello in cui puoi vivere la tua vita in modo più sereno? Possiamo allenare la nostra intelligenza emozionale?

Questo sono le stesse domande che mi sono fatta dopo la morte di mia madre. E credo intimamente che io ho deciso di fare il Life Coach proprio per quel motivo: dire basta a delle emozioni distruttive e finalmente potere controllare l’emotività.

La prima cosa che ho scoperto in tutti questi anni di ricerche, di studi e di esperienze è che non si può “controllare” le emozioni bensì “gestirle”. Non si possono “controllare” perché le emozioni sono intrinseche alla natura umana, e ci servono per la nostra propria sopravvivenza.  Pensa alla paura per esempio: serve a farci capire il pericolo. Se tu “controlli” quest’emozione, potresti cacciarti in guai seri! Invece se sai “gestirla”, saprai riconoscerla e non esserne sopraffatto. Questo è un punto importante. Il “controllo” non porta da nessuna parte, anzi, serve solo a aumentare le proprie emozioni. Pensi al panico per esempio, che è scaturito della paura generalmente, se cerchi di controllare un attacco di panico, farai solo che peggiorare l’attacco stesso. Invece se pensi a gestirlo, sarà sicuramente più efficace.

Poi, le emozioni sono 6: Paura, Gioia, Tristezza, Rabbia, Disgusto, Sorpresa. Tutto il resto (ansia, gelosia, vergogna, rimorso…) sono definiti “sentimenti” o “stati di animo”. La differenza fra l’emozione e lo stato di animo è che mentre provi un emozione sei SEMPRE consapevole di averla, invece quando provi uno stato di animo o un sentimento, non sei SEMPRE consapevole di esserci dentro. Le emozioni sono abbastanza “brevi” invece i sentimenti e i stati di animo sono abbastanza lunghi. Un’altra differenza è l’emozione è stata scatenata principalmente da un solo imput (macchina che ti taglia la strada, persona che t’insulta, un pacco inaspettato….) invece i sentimenti e stati di animo sono molto più smesso centrati su dei massimi sistemi (vita, uomini o donne, lavoro in generale….).

I 3 consigli che stai per leggere funziono sia per le emozioni, che per i sentimenti e stati di animo, anche se le emozioni sono più facile da gestire. Ma ti consiglio di provare lo stesso, anzi, magari fallo proprio per farmi sapere che funzionano perfettamente per tutte le possibilità!

1) Ascoltale.  Questo passo è importante e molto. Le emozioni sono radicate nel nostro secondo cervello, il sistema limbico, e questa parte della nostra mente non può comunicare con noi con delle parole, ma proprio attraverso le emozioni o le immagini. L’emozione sta al sistema limbico come i pensieri sta alla nostra corteccia prefrontale. Quindi se provi un emozione, vuole dire che c’è una parte di te che sta cercando di comunicare con te. Nel momento che comprenderai il suo messaggio, anche la sua utilità, quest’emozione se ne andrà, avendo svolto il suo compito. La tua emozione è un alleata, ma non sapendo come ascoltarla, lei bussa sempre alla porta, aspettando semplicemente che gli apri e che gli chiedi cosa desidera. Come fare? La maniera più semplice è tramite una piccola meditazione. Rilassati e vai a trovare la tua emozione, chiedile qual’è il suo messaggio e cosa ti porta di utile. Rimane in ascolto!

2) Esprimerle.  Ti è mai capitato che mentre parlavi di un tuo problema, questo problema è diventato improvvisamente meno importante, più semplice da risolvere? Vale lo stesso per le tue emozioni. Se impari a esprimerle (non per forza ad una terza persona) sentirai l’emozione scemare. Ci sono molti modi per esprimerle: scrivi un diario per esempio, o traduci le tue emozioni con l’arte (pittura, musica, decoupage….). L’emozione non espressa è doppiamente devastante, perché stagna dentro di te e “mangia”. Invece se impari a “buttarla” fuori esprimendola, potrai sentirti un po meglio e potrai portare quest’emozione in un livello accettabile.

3) Evita i stimoli negativi. Ho sempre pensato che siamo tutti bravi a meditare tranquillamente in cima di una montagna senza contatto con la civiltà, godendo di un ottima aria pulita e bevendo acqua da una sorgente purissima. Ma è lo stesso se meditiamo in mezzo ad una piazza o al supermercato? No, penso oggettivamente che non è cosi. Quindi vale lo stesso per le tue emozioni: se eviti il più possibile i stimoli che SAI che ti fanno scatenare determinate emozioni, prova poco a poco di evitarle. Tutti noi scegliamo i nostri pensieri, ma anche le nostre azioni. Se ti è difficile “evitare” certi stimoli (persone, lavoro, ambienti) allora cerca immaginarti in una bolla di luce, di grande protezione, quando sei a contatto. Prova di pensare che questi stimoli “scivolano” su quella bolla e non ti possono attaccare qualsiasi cosa facciano o dicono. E pensa che in qualsiasi momento, puoi scegliere di andartene via.

L’ultimo consiglio che ti possa dare è di allenarti sempre. Più di alleni, più cerchi di comprendere e di esprimere le tue emozioni, più il tuo livello emotivo sarà stabile e piacevole. Vedrai come è meraviglioso sentire che sai gestire le tue emozioni e che puoi vivere una vita straordinaria! Se desideri perfezionarti in tale senso, non dimenticare che Louise Hay ha creato un corso specifico che ha già cambiato la vita a migliaia di persone aiutandole a gestire le proprie emozioni e a raggiungere i propri obiettivi nella vita, lo puoi trovare qui:

vignetteufficiale-SCONTO

 

Se hai delle domande e vuoi condividere con noi le tue proprie esperienze, non esitare a lasciare un messaggio qui sotto. Ne sarei davvero molto felice!

Tanta Luce e Gioia,

Astrid

Comments

comments

Powered by Facebook Comments

About the Author

Astrid Morganne

Astrid Morganne

Arteterapeuta, Insegnante Certificata di Louise Hay.

View all posts by Astrid Morganne →

11 Comments

  1. AlessandraAlessandra11-25-2012

    Grazie per tutto.
    Alessandra

  2. tatitati11-25-2012

    Grazie per la tua voce meravigliosa e per l’energia pura e piena di Luce.grazie e un abbraccio di Luce

  3. morganamorgana11-25-2012

    grazie Astrid, belle le parole e sublime la meditazione!!! Grazie anche per i consigli via email , stò provando a comportarmi al ‘contrario’ di come mio figlio vuole…..per ora gli stò facendo solo un favore!!!!! spesso mi vien da pensare che…..non abbia responsabilità, eppure sentendo ciò che dicono di lui …non è così!!!
    Sper davvero di guarire, di pensare poco a cosa è giusto e cosa è sbagliato, ma lasciarmi condurre dall’amore!!
    aloha morgana

    • Astrid MorganneAstrid Morganne12-12-2012

      “Mi apro al potere dell’Amore” questo è un affermazione tutta per te 😉
      baciiii

  4. ChiaraChiara11-27-2012

    Ciao Astrid, complimenti per il percorso di vita che hai intrapreso e per la capacità di trasmetterlo ad altre persone. A sabato. Buona giornata. Chiara

  5. AngelaAngela12-28-2012

    Grazie per tutti i tuoi suggerimenti così utili e le meditazioni, Grazie

  6. francescafrancesca04-18-2013

    i tuoi consigli danno tanta pace…grazie!

  7. stefaniastefania10-02-2013

    Grazie Astrid, le mie emozioni da tempo le dipingo su tela, ma la quotidianità ha rovinato il mio ciclo di benessere, non si ha più tempo per pensare alla salute mentale, spirituale e fisica, è difficilissimo.

Leave a Reply